Forwarding Rules

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

1. Condizioni generali regolanti l'esecuzione del mandato di spedizione con rappresentanza.  

Il Cliente è tenuto a prendere preventiva conoscenza delle presenti Condizioni Generali.

Esse hanno pieno ed incondizionato valore tra le parti contraenti ove non siano da queste esplicitamente derogate per iscritto.

2.  Definizioni

Nelle presenti Condizioni Generali i seguenti termini hanno il significato di seguito specificato:

Società: Cogefrin S.p.a.

Cliente: il mandante della spedizione.

Vettore: soggetto col quale la Società, in nome e per conto del Cliente, stipula il contratto di trasporto.   

3. Assunzione  degli  incarichi.

La Società assume gli incarichi alle condizioni, regolamenti e norme applicate dalle Compagnie di navigazione marittima e/o aerea e/o dai vettori terrestri, ferroviari, fluviali, multimodali e/o di altra natura, società ed enti portuali o di deposito, italiani ed esteri, i cui servizi siano richiesti dalla Società in nome e per conto del proprio Cliente ed in forza del mandato ricevuto.

4. Obbligazioni e responsabilità della Società.

4.1. La Società si impegna ad eseguire il mandato affidatole con la diligenza del buon spedizioniere ai sensi degli artt. 1737 – 1740 del Codice Civile. 

4.2. Il  Cliente riconosce espressamente che il ruolo assunto dalla Società nell’organizzazione di ciascun trasporto disciplinato dalle presenti condizioni generali è quello dello spedizioniere puro. La Società non può essere tenuta in alcun modo a rispondere dell'operato dei vettori, come pure dei depositari, degli imballatori, degli spedizionieri, assicuratori e/o delle banche, le cui prestazioni abbia richiesto nell'adempimento del proprio mandato. E’ espressamente esclusa la responsabilità patrimoniale della Società per ogni conseguenza che dovesse derivare dal ritardato o mancato ritiro delle merci a destino: il Cliente si impegna, pertanto, a tenere la Società integralmente indenne e manlevata da qualsivoglia richiesta di pagamento che, a tale titolo, dovesse essere formulata nei confronti della Società. È espressamente esclusa la responsabilità della Società per qualsivoglia tipologia di danni indiretti e/o consequenziali. In caso di verificazione di qualsivoglia evento dannoso e/o ritardo relativo alle merci trasportate e/o ritardo nella consegna, la Società si dichiara sin da ora disponibile a  cedere i diritti derivanti dall’esecuzione del mandato al Cliente, al fine di conferire a quest’ultimo la legittimazione attiva a promuovere direttamente ogni più opportuna azione nei confronti dei soggetti responsabili dell’evento dannoso e/o del ritardo.

4.3. La Società non è tenuta a fare la dichiarazione "d'interesse alla riconsegna" di cui all'art. 22 della Convenzione di Montreal 22-5-99 (e/o dell'art. 35 COTIF-CIM), né a dichiarare il valore della merce al vettore (vuoi ai sensi degli artt. 26 CMR, 4.5 lett. a) Conv. Bruxelles, 423 e 952 cod. nav. o ai sensi di qualsivoglia altra normativa nazionale o convenzione internazionale, a meno che ciò non le venga espressamente richiesto per iscritto dal Cliente.

4.4. La responsabilità della Società nei confronti del Cliente a qualunque titolo (sia esso contrattuale o extracontrattuale) non potrà eccedere l’importo pattuito come corrispettivo per l’esecuzione del mandato con riferimento al quale ha avuto luogo l’inadempimento

4.5 La Società non è tenuta ad assicurare la merce affidatale per la spedizione a meno che il Cliente non lo richieda espressamente e per iscritto. In tal caso, il Cliente potrà beneficiare della garanzia assicurativa nei termini ed alle condizioni previste in polizza, il cui estratto si allega e che si considerano accettate. Nell’ipotesi di copertura assicurativa, il limite di responsabilità della Società non potrà essere superiore all’ammontare dell’indennizzo assicurativo, come previsto in polizza.

4.6 In nessun caso la Società può essere considerata come assicuratore o coassicuratore.  

 5. Ispezione della merce.

La Società ha la facoltà e non l’obbligo di ispezionare le merci affidatele in qualsiasi momento.

6. Merci pericolose.

La Società non prenderà in consegna per la spedizione merci pericolose che possano arrecare pregiudizio a persone, animali o cose, merci classificate come tali da normative nazionali, comunitarie od internazionali, merci soggette a restrizioni da parte della IATA o della ICAO oppure merci che siano soggette a rapido deterioramento o decomposizione, salvo preventivo accordo scritto, nel quale ad ogni modo il Cliente, manleverà la Società da ogni forma di responsabilità. Qualora tali merci vengano affidate alla Società, senza l'accordo di cui sopra, la Società avrà il diritto di respingerle ovvero, qualora le circostanze lo richiedano, di venderle od anche di procedere alla loro distruzione ed il Cliente sarà tenuto a rispondere di tutte le conseguenze dannose ed a sopportare tutte le spese che possano derivarne.

7. Deposito

7.1 L'eventuale deposito della merce affidata alla Società per la spedizione viene effettuato, a scelta della Società, nei propri locali o in quelli di terzi (pubblici o privati).

7.2 La Società non è tenuta ad assicurare la merce affidatale per il deposito a meno che il Cliente non lo richieda espressamente per iscritto e la Società accetti il relativo incarico.

7.3 Nell’ipotesi in cui il Cliente lo richieda con le modalità su indicate, la Società stipulerà l’assicurazione alle condizioni generali e particolari delle polizze emesse dalle Compagnie di Assicurazione dalla stessa prescelte. In mancanza di esatta precisazione da parte del Cliente dei rischi da assicurare, resta inteso che verranno coperti solo i rischi ordinari. Ove l’assicurazione non venisse accesa dalla Società, la polizza dovrà includere la rinuncia al diritto di rivalsa dell’assicuratore nei confronti della Società.

8. Rinuncia al mandato

In deroga a quanto previsto dall'art. 1727 cod. civ., la Società avrà facoltà di rinunciare in qualsiasi momento al mandato conferitole anche ove non ricorra una giusta causa. Alla Società dovranno essere, in ogni caso, rimborsate tutte le spese sostenute fino al momento della rinuncia.

9. Termini di pagamento

Il pagamento delle fatture emesse dalla Società dovrà intendersi con rimessa diretta a 30 giorni dalla data di fattura, a meno che non vengano concordati termini diversi (eccetto gli anticipi per conto del Cliente), e i diritti e dazi che dovranno essere saldati a presentazione della relativa fattura o di documentazione equivalente.

10. Legge applicabile

Per quanto non espressamente previsto dalle presenti condizioni generali, resta inteso che troverà applicazione la legge italiana ed in particolare gli artt. 1737 – 1740 del Codice Civile.

I trasporti aerei saranno regolati dalle condizioni IATA.

11. Decadenza

Eventuali contestazioni, richieste, pretese e/o rivendicazioni che il Cliente intendesse proporre nei confronti della Società in ordine all’adempimento del contratto e/o alla sua esecuzione anche per quanto attiene a perdite, avarie e/o ritardi, dovranno essere portate a conoscenza della Società a mezzo di lettera raccomandata R.R. entro il termine di sei mesi dalla data dell’evento, ovvero da quella diversa data in cui la parte reclamante dimostri di esserne giunta a conoscenza.

Il decorso del predetto termine senza che la comunicazione di cui sopra sia stata inoltrata nelle modalità sopra precisate, comporterà la decadenza da qualsiasi diritto al proposito, anche se esso non fosse ancora prescritto.

12. Non Rinunzia

Il mancato esercizio, come pure la rinunzia da parte della Società a far valere uno qualsiasi dei diritti a questa spettanti sulla base delle presenti condizioni generali, non osteranno all’esercizio successivo di tali diritti o di altri diritti da parte della Società, per la stessa o per una successiva o minacciata violazione.

13. Giurisdizione e competenza.

Le parti espressamente convengono che ogni eventuale controversia che dovesse insorgere tra loro in merito alla interpretazione o risoluzione del presente contratto sarà sottoposta in via esclusiva alla giurisdizione italiana e alla competenza del Foro di Bologna.

 

 

 


 

Chiudi